Vittoria – Scene di ordinaria crudeltà: meglio non approfondire?

DI Daniela Giuffrida

 

A Vittoria (RG), venerdì sera, l’ennesimo atto barbarico ai danni di un cane: “vogliamo che si risalga ai responsabili utilizzando le telecamere!” ribadiscono i Volontari di Fare Verde Vittoria.

Dura e decisa la reazione dei Volontari dell’Associazione ambientalista vittoriese all’ennesimo atto di crudeltà, nei confronti di un animale, avvenuto lo scorso venerdì nella cittadina ragusana nei pressi di un semaforo munito di telecamera. Gli ambientalisti chiedono maggiore rispetto e senso civico non solo agli abitanti della cittadina ma anche e soprattutto alle Forze dell’Ordine le quali, anziché visionare le riprese della telecamera per ricostruire i fatti e risalire così ai responsabili di quanto avvenuto (senza bisogno di sollecitazioni da parte dei cittadini), usano con coloro che chiamano le loro centrali operative, toni “lassisti” e sprezzanti.

10891618_751104411641585_147849879567194903_n“A Vittoria abbiamo un problema culturale che va oltre il fenomeno del randagismo o dell’inciviltà. – esordiscono i Volontari di Fare Verde nel loro comunicato stampa – Oggi come nel medioevo scene di ordinaria crudeltà, riti di gente sadica, con indole profondamente criminale. Ma oltre a questo dobbiamo subire un surreale ed inaccettabile atteggiamento di quelle autorità preposte al controllo del territorio. Non ci riferiamo all’assessore Cannizzo, nonostante le sue rassicuranti parole si sgretolano sul muro di questa triste realtà!

Questa sera chiamando Carabinieri e Vigili urbani di Vittoria, per segnalare la presenza di questa inerme vittima sul ciglio della strada, con evidenti morsi e lacerazioni, abbiamo verificato di presenza non solo la poca sensibilità ma peggio un atteggiamento lassista, che credevamo prerogativa degli amministratori. Evidentemente ulteriore sintomo della decadenza generale dei tempi in cui viviamo.

Certamente comprendiamo che ci saranno urgenze ben più gravi e la carenza di risorse, ma schernire al telefono dei cittadini non è certo un atteggiamento degno del ruolo ricoperto. Certi tipi di reati andrebbero contrastati con la determinazione che solo il senso della civiltà può dare, ma in una città priva di cultura e senso civico, dove tutto e tutti la passano liscia?

Devono essere i cittadini a chiedere che vengano visionati i filmati delle telecamere installate in quel semaforo e nelle aziende commerciali a pochi passi?  Probabilmente si potrebbero scoprire realtà criminali ed attività illecite ma forse è meglio non approfondire, del resto siamo a Vittoria dove in questi anni si è fatto largo abuso del termini di legalità!

 FARE VERDE VITTORIA”

 

 

 

CC BY-NC-ND 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

daniela giuffrida

Autrice - International Member – US PRESS ASSOCIATION Scrittrice e Blogger freelance. Collabora con alcune testate on-line nazionali e siciliane. Attivista No Muos. Di cuore siciliano, pasionaria delle lotte sociali, instancabile documentarista degli accadimenti della propria terra e non solo.

Lascia un commento