San Marino – Gli Statuti: la culla del nostro diritto

di Chiara Macina

per Zoomma.news

 

Gli Statuti raccolgono le norme che regolavano la vita pubblica e privata, in civile e in penale.

Il più antico è quello collocato dal Malagola tra gli anni 1295 e 1302;

il secondo statuto è del 1317;

il terzo è del 1352- ’53;

il quarto è del 1491;

Il quinto è quello che va dalla metà del secolo XVI al 1595;

il sesto, intitolato “Ordini, riforme e decreti statutari”, è della metà del secolo XVI;

Il settimo libro degli statuti è della seconda metà del secolo XVI, Gli Statuti uscirono a stampa per la prima volta nel 1600 con il titolo “Statuta, decreta ac ordinamenta illustris Reipublicae Sancti Marini” per i tipi di Giovanni Simbeni a Rimini.

Ebbero poi una seconda ristampa a Forlì nel 1834 con il titolo “Leges Statutae Reipublicae Sancti Marini”.

Con il medesimo titolo ebbero una terza ristampa a Firenze nel 1895.

Il testo era diviso su due colonne: a destra il testo latino, a sinistra la traduzione di Marino Fattori.

Liber Statoturum Comunis Castri Sancti Marini (1295-1302)

Elezione del Capitano e del Difensore

(Rubr. I)

fondo_localeStabiliamo e ordiniamo che vengano eletti nel Consiglio generale del Comune di San Marino ad opera del Capitano pro tempore in detto Consiglio dodici buoni uomini secondo la volontà di detto Consiglio, che debbano in futuro eleggere un Capitano ed un Difensore, i quali debbano governare, tutelare e conservare gli uomini, le persone, le cose, i beni degli uomini stessi e il Castello di San Marino, e mantenere le ville di quello nello stato migliore possibile e farle custodire, e rendere giustizia a coloro che la richiedano e detto Capitano e Difensore sia tenuto a giudicare i misfatti perpetrati nello stesso Castello e nel suo Distretto, che venissero commessi per tutto il tempo della sua Reggenza, e fare ogni altra cosa che sia di pertinenza della Capitananza e della Difenseria secondo la forma del presente statuto.

Questi ufficiali e altri ufficiali di detta terra, cioè il Capitano e il Difensore, il Massario e il Pinzario durino per sei mesi soltanto ed alla fine dei sei mesi siano eletti secondo il modo predetto altri Capitani e Difensori.

 

CC BY-NC-ND 4.0 This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

daniela giuffrida

Autrice - International Member – US PRESS ASSOCIATION Scrittrice e Blogger freelance. Collabora con alcune testate on-line nazionali e siciliane. Attivista No Muos. Di cuore siciliano, pasionaria delle lotte sociali, instancabile documentarista degli accadimenti della propria terra e non solo.

Lascia un commento