CATANIA – VIGILI DEL FUOCO USB INCROCIANO LE BRACCIA ED E’ SCIOPERO

Il prossimo 19 febbraio una manifestazione di protesta vedrà impegnati i Vigili del Fuoco iscritti alla Organizzazione Sindacale USBVVF di Catania. La giornata prevede: astensione del lavoro di quattro ore per il personale operativo e di tutta la giornata per il personale amministrativo. Dalle 10 alle 12 è previsto un sit-in davanti alla sede del Comando provinciale VV.F. di via Cesare Beccaria.

“Tutti i servizi saranno garantiti nel rispetto delle normative vigenti in materia di garanzia e sciopero“, tiene a precisare i una nota che pubblichiamo come riceviamo, il Coordinatore reggente provinciale Usb Carmelo Barbagallo.

“Dopo aver tentato un tavolo di conciliazione lo scorso 7 Gennaio 2021 – afferma il sindacalista – con risultato negativo su tematiche di importante rilevanza e nonostante le indicazioni del presidente del tavolo paritetico il quale ha considerato giuste le argomentazioni esposte. Nella fattispecie il Comando di Catania nonostante abbia un’assegnazione di personale al di sotto dei numeri minimi – il 40% in meno a vario titolo – spesso unità vengono assegnate in altre sedi della provincia “polo didattico territoriale o altre mansioni” da molto tempo e senza aver nessuno risposta in merito.
Non si considera neppure che l’attuale carenza del personale operativo dei Vigili del Fuoco di questo Comando, arriva a meno 128 unità e che, in itinere vi è l’apertura del Distaccamento di Palagonia, del quale non riusciamo a coprire totalmente questo avvio per mancanza di risorse umane, nei ruoli sia dei Qualificati che dei Vigili del Fuoco, e si sottrae altro personale all’operatività, in barba alla richieste di accedere alle ore di straordinario che non inciderebbero sul dispositivo di soccorso già carente. Non comprendiamo come le poche risorse operative di cui disponiamo vengano arbitrariamente distratte per compiti che non sono fondamentali, oltre ciò, abbiamo richiesto la pubblicazione delle ore effettuate da tutto il personale visibile a tutti, perché qualcosa, non quadra. I Vigili del Fuoco del Comando di Catania, nonostante i numeri ridotti dovuti ai vari tagli effettuati negli anni dai vari governi succedutisi, con grande sacrificio riescono a dare quotidianamente soccorso tecnico urgente a tutta la cittadinanza e all’intera provincia.

Anche l’attuale stato di emergenza a causa della pandemia da Sars Covid-19, ha visto l’impegno straordinario dei Vigili del Fuoco, in prima linea insieme a tutte le forze dello Stato compresi medici e infermieri. Lo testimoniamo gli oltre 13.000 interventi effettuati nell’anno 2020. Abbiamo riscontrato da parte della dirigenza locale una costante chiusura, ciò che abbiamo richiesto è la sicurezza delle sedi, i solleciti per avere l’organico, trasparenza e meno potere a chi non ha capito che i diritti e i doveri dei lavoratori, non sono ricattabili con promesse di scalate a sfavore di altri, la formazione, è un diritto/dovere del lavoratore e i conflitti d’interesse devono finire!

Si intende con questa giornata di sciopero – conclude Barbagallo – evidenziare i principi di buona gestione e applicazione delle normative che regolano la materia e il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco.
Come organizzazione sindacale, nella tutela dei lavoratori tutti, indistintamente, non ci fermano con le becere minacce o attacchi puerili! Noi siamo il sindacato dei lavoratori!”.

Daniela Giuffrida

Autrice - International Member – GNS PRESS ASSOCIATION Scrittrice e Blogger freelance. Collabora con alcune testate on-line nazionali e siciliane. Attivista No Muos. Di cuore siciliano, instancabile attivista e documentarista delle lotte sociali, degli accadimenti della propria terra e non solo.

Lascia un commento